giovedì 4 luglio 2013

La Principessa di Gianfranco Calligarich






Un libro che spezza gli attuali schemi narrativi, un intreccio di melò e di noir, una partita a scacchi tra solitudini, una spiazzante “decodifica di segni”, scritto secondo i principi della sottrazione e, per questo, capace di rendere vibrazioni fortissime. E un personaggio – inappuntabile lavoratore di giorno, travestito da marciapiede di notte, fragile e disperato – che resta.

Nel panorama abbastanza asfittico, ripetitivo, senza infamia e senza lode, delle attuali pubblicazioni italiane un libro intelligente, asciuttamente ironico, spietato e poetico: Principessa di Gianfranco Calligarich, edito da Bompiani.

Nessun commento:

Posta un commento